Sul fisco la missione (non) è impossibile. L'analisi di Nicola Rossi

Il riassetto degli scaglioni Irpef è una scelta sensata, ma serve agire anche sulla spesa pubblica

27 Gennaio 2023

Formiche

Argomenti / Politiche pubbliche

Puntuale come un orologio svizzero, tra una manovra e l’altra si torna a parlare di riforma fiscale. Ora che il vento dei mercati soffia in poppa al governo e il debito costa un po’ meno, per Giorgia Meloni e Giancarlo Giorgetti è tempo di riprendere in mano la madre di tutti gli interventi, il riassetto tributario.

Sempre seguendo, lo stesso ministro dell’Economia lo ha ribadito in mattinata, intervenendo a Telefisco 2023, il mantra della prudenza e della gestione responsabile delle finanze. Il baricentro è sempre la razionalizzazione degli scaglioni Irpef, che l’esecutivo punta a portare a tre, dagli attuali quattro. Il piede è quello giusto? E i soldi che eventualmente Palazzo Chigi e Tesoro accantoneranno basteranno? Domande direttamente girate a Nicola Rossi, economista e grande esperto di fisco e dintorni, già al vertice dell’Istituto Bruno Leoni e con un passato da parlamentare dem.

continua a leggere su Formiche.net

oggi, 28 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni