Special Report – Requiem per Kyoto

Il termine del primo periodo di attuazione del protocollo di Kyoto, previsto per il 2012, secondo l’economista Hans Labohm segna anche l’atto di morte del Trattato medesimo.


28 Novembre 2008

Argomenti / Ambiente e Energia , Economia e Mercato

Hans Labohm

Mentre è in corso l’Undicesima Conferenza delle Parti contraenti il protocollo di Kyoto, il trattato manifesta tutta la sua inadeguatezza nei confronti della sfida energetica e climatica del nuovo secolo. A questo proposito l’Istituto Bruno Leoni pubblica un nuovo Special Report intitolato “Requiem per Kyoto” e firmato dall’economista Hans Labohm, membro del collegio di esperti di revisione dell’Intergovernmental Panel on Climate Change.

Nel suo paper, Labohm ricostruisce la storia del protocollo di Kyoto e ne smaschera tutti i limiti scientifici, economici e politici. Dopo la lettura di questo lungo scritto sarà più facile comprendere il senso profondo delle negoziazioni di Montreal. Checché ne dicano i suoi sostenitori, Kyoto è ormai tramontato e finalmente si comincia a guardare oltre, alla ricerca di soluzioni più sostenibili.


Quanti i limiti economici, scientifici e politici nello sbandierato accordo di Kyoto condividi con questo commento
Le campane iniziano a suonare a morto per l’ingannevole protocollo sul clima condividi con questo commento
Twilight of Kyoto Protocol, all its ambiguities unveiled condividi con questo commento
oggi, 18 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni