Special Report – Le difficoltà dell’e-commerce in Italia

La diffusione del commercio elettronico in Italia è molto al di sotto della media europea.
Quali sono le ragioni di questo gap, e cosa si può fare per colmarlo, catturando i benefici - in termini di risparmio e maggiore libertà di scelta - dell’e-commerce?


11 Dicembre 2012

Argomenti / Diritto e Regolamentazione , Economia e Mercato , Politiche pubbliche , Teoria e scienze sociali

Silvio Boccalatte

Andrea Giuricin

Giacomo Reali

scarica la ricerca integrale

Agli ostacoli di genere culturale, difficili da mutare nel breve termine, si sommano barriere di natura oggettiva e normativa, che devono essere superate. La liberalizzazione postale potrebbe essere un passaggio chiave, scardinando quel monopolio che ha fatto calare la domanda di servizi postali e ne ha acuito la percezione di inaffidabilità.
Si rende inoltre necessaria una revisione del diritto del commercio online, modellato sulle strutture commerciali tradizionali, i cui vincoli, se possono avere una giustificazione nel commercio fisico, trovano meno ragioni in quello online

Special Report – Le difficoltà dell’e-commerce in Italia

Le difficoltà dell’e-commerce in Italia: un mercato che cresce ma non decolla condividi con questo commento
E-commerce: servono liberalizzazioni e semplificazioni per colmare il gap con l’Europa condividi con questo commento
Italy’s e-commerce needs liberalizations and simplifications to bridge the gap with Europe condividi con questo commento
oggi, 20 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni