Special Report – Indice della globalizzazione

Nella classifica stilata da IBL l'Irlanda risulta il paese più globalizzato, mentre l'Italia è 17a


28 Marzo 2017

Argomenti / Economia e Mercato , Teoria e scienze sociali

Rosamaria Bitetti

Fellow, IBL e ricercatrice in Analisi delle Politiche Pubbliche, Università LUISS Guido Carli

Carlo Stagnaro

Direttore Ricerche e Studi

Ornella Darova

scarica la ricerca integrale

Misurare il grado di apertura alla globalizzazione è importante perché l’internazionalizzazione degli scambi è oggetto di una divaricazione tra percezione e realtà. Infatti, sebbene l’opinione pubblica in molti paesi si sia orientata in senso ostile alla globalizzazione, l’evidenza suggerisce che la partecipazione ai mercati globali sia un fattore di crescita, occupazione ed equità.

L’Indice della Globalizzazione elaborato dall’Istituto Bruno Leoni tiene conto di tre macro indicatori: uno legato alla partecipazione dei Paesi esaminati al commercio internazionale, uno relativo agli investimenti diretti esteri, e uno sulla connettività. Il rapporto, che analizza l’andamento di 39 economie nel periodo 1994-2015, propone anche una serie di analisi statistiche, che mostrano come i Paesi più aperti si distinguano anche per un minor livello di disoccupazione (con particolare riferimento alla disoccupazione giovanile e femminile), disuguaglianza e inquinamento, mentre tendono ad avere un Pil pro capite più elevato e un punteggio migliore nell’indice della parità di genere nell’alfabetizzazione.

Executive Summary (English, PDF)

Special Report – Indice della globalizzazione

Irlanda prima, Italia 17a secondo IndexGlob IBL. Stati membri UE generalmente più aperti ai mercati internazionali condividi con questo commento
Nei paesi più aperti alla globalizzazione, Pil pro capite più alto, meno disoccupazione e meno disuguaglianze condividi con questo commento
Globalization: Ireland most globalized country in 2015, India the least, new report says. IBL's Index of Globalization condividi con questo commento
oggi, 31 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni