Position Paper – Il sole che se la ride. Rinnovabili: velleità europee e confusione italiana

I target europei del 20-20-20 sono uno slogan pericoloso, che non poggia su alcuna valutazione tecnica di cosa sia possibile realizzare e come e rischiano di condurre il nostro paese ad assumere impegni ben al di là delle sue capacità.


28 Novembre 2008

Argomenti / Ambiente e Energia , Diritto e Regolamentazione

Carlo Stagnaro

Direttore Ricerche e Studi

scarica la ricerca integrale

La posizione espressa dal governo italiano in relazione agli obiettivi europei di promozione delle rinnovabili è “molto fragile”.

Nel paper della presidenza del Consiglio non vengono in alcun modo analizzate le conseguenze, sul nostro sistema economico, degli obiettivi europei: vengono semplicemente calati dall’alto dei numeri, in totale assenza di trasparenza, col concreto sospetto che siano frutto di poco più del tiramolla lobbistico.

La sensazione è che il governo non prenda il tema con la dovuta serietà e che, pur percependo che le dimensioni del problema sono rilevanti, preferisca nascondere la testa sotto la sabbia.

Position Paper – Il sole che se la ride. Rinnovabili: velleità europee e confusione italiana

Gli obiettivi europei 20-20-20 sembravano già preoccupanti, l’intervento italiano non fa che peggiorare le cose condividi con questo commento
Nessuna trasparenza né valutazione tecnica, è così che in Italia si recepiscono le direttive europee condividi con questo commento
European environmental policy is a further burden for this shabby country condividi con questo commento
oggi, 18 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni