Policy Paper – I dieci comandamenti per privatizzare

È assolutamente importante che il nuovo programma di privatizzazioni sia serio e ben congegnato, e che abbia come obiettivo non solo la massimizzazione del gettito, ma anche la creazione di condizioni concorrenziali sul mercato


L’Istituto Bruno Leoni esprime soddisfazione per l’intendimento, espresso dal Governo, di procedere con un programma di dismissioni di asset pubblici per abbattere il debito pubblico, che secondo il contatore dell’Istituto oggi supera i 1968 miliardi di euro.
È importante però che un nuovo programma di privatizzazioni sia serio e ben congegnato, e che abbia come obiettivo non solo la massimizzazione del gettito, ma anche la creazione di condizioni concorrenziali sul mercato. Con un nuovo “Policy Paper”, l’IBL propone al Governo di seguire i dieci comandamenti delle buone privatizzazioni:

  1. Ognuno venda il suo
  2. Completare la liberalizzazione dei mercati prima di vendere gli incumbent
  3. Rompere i monopoli
  4. Verificare l’esistenza di economie di scala
  5. Cedere integralmente gli asset
  6. Effettuare i collocamenti sempre e solo tramite gara
  7. Non porre limiti alla conduzione delle attività post-privatizzazioni
  8. Costruire fondi piccoli, omogenei e solo nel caso siano necessari
  9. Non impedire la partecipazione straniera
  10. Vendere solo a soggetti privati
Policy Paper – I dieci comandamenti per privatizzare

I dieci comandamenti per privatizzare condividi con questo commento
Privatizzare non basta, bisogna farlo bene: ecco le dieci regole d’oro condividi con questo commento
The ten commandments of good privatization condividi con questo commento
oggi, 30 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni