Piccole verità dopo il decreto Delrio

Linate non è liberalizzato e Malpensa non è un hub


2 Dicembre 2016

Argomenti / Diritto e Regolamentazione , Politiche pubbliche

Andrea Giuricin

Silvia De Rocchi

scarica la ricerca integrale

Con il via libera della Commissione europea al decreto Delrio, il traffico aereo su Milano sembra giunto alla liberalizzazione delle rotte su Linate. Tuttavia, anche con questo decreto Linate non viene liberalizzato e Malpensa non sarà un hub.

Il decreto infatti si limita alla liberalizzazione delle destinazioni europee seguendo limiti nati all’epoca in cui si voleva fare di Malpensa un hub, cosa positiva ma non sufficiente a collegare l’aeroporto con destinazioni intercontinentali. Quindi non si può parlare di ‘liberalizzazione degli slot’ di Linate, perché rimane un forte limite all’operatività, che rappresenta uno spreco di capacità del 39 per cento rispetto a quella potenziale.

Le restrizioni imposte a Linate non hanno salvato Malpensa, bensì hanno favorito lo sviluppo e la crescita di Bergamo, mentre l’eliminazione dei limiti imposti 16 anni fa a Linate sicuramente consentirebbe di avvicinarsi di più alle esigenze del mercato, nell’offerta degli aeroporti milanesi.

Il decreto Delrio non si spinge purtroppo in questa direzione. Poco cambia per Malpensa, invece, che non è un hub da troppo tempo e ben difficilmente tornerà ad esserlo.

Piccole verità dopo il decreto Delrio
oggi, 20 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni