OP 67. Quali lezioni dalla privatizzazione del sistema di welfare dello stato del Wisconsin

L’autore ripercorre le vicende della riforma del sistema del welfare dello stato del Wisconsin, nella quale ha svolto un ruolo di primo piano. I numerosi ostacoli dimostrano che una riforma è possibile solo se sostenuta dall’opinione pubblica.


30 Giugno 2009

Argomenti / Politiche pubbliche

Jason Turner

scarica la ricerca integrale

Nel 1995 vengono gettate le basi di quello che sarebbe diventato il programma Wisconsin Works, una riforma del welfare che si è contraddistinta non solo per l’abbandono dei sistemi esistenti, basati sul sostegno al reddito degli assistiti, ma anche per il fatto di essere stata creata pressoché dal nulla, senza ispirarsi ad alcuna delle leggi vigenti all’epoca.

Ciò che rende certi elementi dello Stato sociale inaccettabili per la società riguarda la separazione tra il modo di ricevere il reddito dalla necessità di lavorare. Caratterizzandosi per concedere a ciascun individuo la possibilità di rendersi utile al prossimo producendo beni e servizi, il lavoro soddisfa un fondamentale bisogno umano. Il lavoro unisce gli individui alla società di cui fanno parte. Se vogliamo che gli effetti nocivi del welfare possano finalmente scomparire, dobbiamo ricongiungere definitivamente lavoro e reddito.

OP 67. Quali lezioni dalla privatizzazione del sistema di welfare dello stato del Wisconsin

Come diminuire la 'dipendenza da welfare'? condividi con questo commento
Il 'welfare-to-work': cosa ci insegna il Wisconsin condividi con questo commento
Welfare-to-work: the lessons of Wisconsin condividi con questo commento
oggi, 22 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni