OP 5. Ronald Reagan, l'ingenuo cowboy che salvò l'America

Il messaggio di Reagan era semplice: il "sogno americano" non era finito, era sempre valido anche se i suoi principi erano stati abbandonati; per uscire dalla crisi bi sognava soltanto riscoprirli. Grazie a questo "ingenuo cowboy", il mon do non è più lo stesso.


Un ricordo di Antonio Martino sul carattere e la vita politica di Ronald Reagan, la sua determinazione nella difesa dell’interesse nazionale in politica estera e la fede nella libertà economica. Sbaglierebbe chi ritenesse che il suo successo fosse dovuto solo alla sua arte oratoria, alla sua personalità; questo “grande comunicatore” traeva la sua forza soprattutto nel fatto che aveva qualcosa da comunicare.

Ronald Reagan è stato uno dei pochi Presidenti degli Stati Uniti che sia riuscito a diventare un punto di riferimento del dibattito politico. Da questo punto di vista, la sua presidenza è paragonabile a quella di F. D. Roosevelt: così come il New Deal di Roosevelt rappresenta per la sinistra, americana e non, la concreta realizzazione storica dell’ideale di governo “interventista”, gli anni Ottanta dell’amministrazione Reagan costituiscono per quanti credono nella libertà di mercato un modello esemplare di politiche “liberiste”.

OP 5. Ronald Reagan, l'ingenuo cowboy che salvò l'America

Gli intellettuali europei hanno sempre sottostimato Reagan. Ma lui riuscì a compiere una vera rivoluzione condividi con questo commento
Reagan, l'ingenuo cowboy che salvò l'America condividi con questo commento
#RonaldReagan remembered by Antonio Martino condividi con questo commento
oggi, 13 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni