OP 41. Come riconoscere un borghese a prima vista (o quasi)

Per festeggiare l’ottantesimo compleanno di Sergio Ricossa, il più importante economista liberale italiano del secondo dopoguerra, l’Istituto Bruno Leoni propone oggi un “Occasional Paper” tratto da “Straborghese”, pamphlet del 1980.


6 Giugno 2007

Argomenti / Teoria e scienze sociali

Sergio Ricossa

scarica la ricerca integrale

Per festeggiare l’ottantesimo compleanno di Sergio Ricossa, il più importante economista liberale italiano del secondo dopoguerra, l’Istituto Bruno Leoni propone un passaggio tratto da “Straborghese”, pamphlet del 1980. Aver pubblicato in quegli anni un elogio della borghesia è da considerarsi un atto di coraggio intellettuale, in un periodo in cui una istanza simile era pura eresia.

In “Straborghese”, Ricossa mette a fuoco la tensione che intercorre fra una mentalità aristocratica o socialista, ma comunque anticapitalista, incapace di accettare il fatto della scarsità di tempo e beni e di vivere nel cambiamento, ed una mentalità imprenditoriale e dinamica, che egli impersona nel borghese.

L’allargamento delle classi medie ha poi confermato la bontà delle sue tesi, cioè quale sia la forza inclusiva del capitalismo di libero mercato.

OP 41. Come riconoscere un borghese a prima vista (o quasi)

“l borghese è essenzialmente chi vuole farsi da sé” #SergioRicossa condividi con questo commento
Il liberalismo Straborghese di #SergioRicossa condividi con questo commento
The Revolution of the Bourgeoisie made the West rich condividi con questo commento
oggi, 25 Giugno 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni