OP 11. Semplicità ed equità: le virtù della 'flat tax'

Per ridurre in maniera significativa la pressione tributaria, la strada migliore è quella di adottare un'aliquota unica, che non disincentivi a lavorare e guadagnare di più, e che elimini la complessità delle normative vigenti in tema di fiscalità.


22 Dicembre 2006

Argomenti / Economia e Mercato , Politiche pubbliche

Alvin Rabushka

scarica la ricerca integrale

Le virtù della flat tax sviscerate da uno dei suoi toerici, Alvin Rabushka. Un sistema di tassazione nel quale a ogni contribuente, che si tratti di una persona fisica o di un’azienda, viene applicata una sola aliquota d’imposta, indipendentemente dal loro livello di reddito e dalla fonte di quest’ultimo. Si tratta dell’opposto di un sistema di aliquote progressive, nel quale i contribuenti sono soggetti ad aliquote crescenti mano a mano che il loro reddito imponibile cresce.

Per l’amministrazione di una flat tax sarebbe preferibile avere due diversi moduli di dichiarazione, uno per il reddito d’impresa e l’altro per i redditi derivanti da stipendi e salari, nell’ambito di un solo sistema integrato: una imposta unica sul flusso di cassa dell’economia.

La flat tax ha lo scopo di aumentare la libertà individuale permettendo a ciascun individuo di conservare una quantità maggiore di quel che guadagna, spingendo sull’incentivo individuale rappresentato dalle aliquote fiscali.

OP 11. Semplicità ed equità: le virtù della 'flat tax'

L'imposta piatta come alternativa al caos fiscale condividi con questo commento
Una "flat tax" è semplice ed equa condividi con questo commento
Why the "Flat Tax" condividi con questo commento
oggi, 25 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni