Non dissestare i dissestati: il caso dei Comuni

Molti comuni italiani sono costretti a misurarsi con la prospettiva del default, dovuto ad di anni cattiva gestione della cosa pubblica.


12 Settembre 2014

Argomenti / Politiche pubbliche

Rocco Todero

scarica la ricerca integrale

Le cause del dissesto finanziario dei comuni non sono imputabili a difficoltà economico/sociali (non in prevalenza almeno) o ad eventi calamitosi straordinari. Esse si annidano pressoché esclusivamente nella mala gestione di un’intera classe di amministratori pubblici e nella connivenza di questa ultima con i più retrivi costumi sociali di alcune comunità locali. I comuni oggi vivono nel limbo: non falliscono e non trovano la strada del risanamento. Allo stesso tempo, però, trascinano con loro in questa terra di nessuno cittadini e creditori. Per i creditori si rende sempre più difficoltoso l’esercizio di un diritto costituzionalmente garantito qual è quello alla tutela dei propri diritti ed interessi economici.

Non dissestare i dissestati: il caso dei Comuni

Non dissestare i dissestati: il caso dei Comuni condividi con questo commento
Molti comuni italiani sono a rischio default, a causa di anni di cattiva gestione politica condividi con questo commento
Many municipalities are facing the risk of financial default condividi con questo commento
oggi, 24 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni