Lettere – Il cittadino Demei

Una lettura per riflettere al ritorno dalle ferie. È con questo spirito che IBL propone questo racconto di Giovannino Guareschi, grazie alla disponibilità dei figli Carlotta e Alberto.


28 Novembre 2008

Argomenti / Teoria e scienze sociali

Giovanni Guareschi

scarica la ricerca integrale

Una lettura per riflettere al ritorno dalle ferie. È con questo spirito che l’Istituto Bruno Leoni propone questo racconto di Giovannino Guareschi, grazie alla disponibilità dei figli Carlotta e Alberto. In queste pagine del 1956 il grande scrittore racconta la vicenda del vecchio Demei, che rifiuta di essere salvato per non infrangere i sigilli che gli ispettori del fisco hanno posto al suo studio.

Un racconto ironico e in fondo tristissimo, che intende gridare come agli occhi dello Stato nessun uomo sia veramente uomo, ma conti solo per la sua capacità di contribuire all’erario.

Lettere – Il cittadino Demei

Un ironico e tristissimo racconto di Giovannino Guereschi condividi con questo commento
Davanti allo Stato siamo solo unità contributive condividi con questo commento
No man is really a man standing in front of the State condividi con questo commento
oggi, 13 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni