La lezione di Bentham, in difesa dell’usura, contro il credit crunch

In condizioni di credit crunch, la normativa anti-usura rischia di produrre ulteriori effetti negativi sulla disponibilita` di credito per famiglie e soprattutto imprese.


In condizioni di credit crunch, la normativa anti-usura rischia di produrre ulteriori effetti negativi sulla disponibilità di credito per famiglie e soprattutto imprese.

Nonostante un contesto di buona liquidità sui mercati finanziari, un tasso di sconto ufficiale nullo e il quantitative easing avviato dalla BCE, il credito continua a non raggiungere facilmente l’economia reale, perché la liquidità viene drenata dai titoli di Stato. In condizioni di credit crunch, la normativa anti-usura rischia di produrre ulteriori effetti negativi sulla disponibilità di credito per famiglie e soprattutto imprese.

È dunque opportuno avviare una riflessione per capire se l’impossibilità di prezzare il rischio di credito innalzando i tassi di interesse oltre il limite fissato dalla legge non abbia peggiorato la condizione di consumatori e produttori bisognosi di credito, contemporaneamente depauperati da un’altissima pressione fiscale. Il richiamo alle considerazioni di Bentham in materia di usura può offrire spunti di riflessione utili per possibili interventi.

La lezione di Bentham, in difesa dell’usura, contro il credit crunch

In condizioni di credit crunch, la normativa anti-usura produce ulteriori effetti negativi condividi con questo commento
Come tutti i prezzi imposti, anche il tasso soglia usurario provoca distorsioni allocative condividi con questo commento
In the age of credit crunch, laws against “usury” can be counterproductive condividi con questo commento
oggi, 28 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni