“La Coca Cola me la porto a scuola”?

Le banalizzazioni del ministro dello sviluppo economico sull'educazione alimentare


Di fronte alla platea di Coldiretti, il ministro dello Sviluppo economico, Luigi di Maio, ha detto che: «l’educazione alimentare si deve fare nelle scuole prima di tutto eliminando tutti questi distributori di cibo spazzatura che viene somministrato ai nostri figli» e che è «assurdo che un bambino nel corridoio della sua scuola abbia ancora un distributore di Coca Cola o prodotti non made in Italy». Piuttosto, «mettiamoci un bel distributore di succo d’arancia».

In questo Focus si fa il punto su tre “facili verità” sollevate da Di Maio: quanto è spazzatura il cibo spazzatura? È vero che dove c’è la Coca cola non ci sono le arance (italiane)? È vero che dove c’è la Coca cola non c’è il made in Italy?

In verità, c’è un problema di fondo più grande e importante dei termini dell’infelice dichiarazione di Di Maio, che – come chiarito in apertura – è rappresentato dalla banalizzazione del tema dell’educazione alimentare. È un peccato che un argomento così importante sia non solo svilito per il fine di inseguire qualche applauso a una convention o qualche titolo sui giornali, ma anche trattato secondo una direttrice che è facile riassumere in “meno libertà, più obblighi”.

Il “paternalismo” (soft o hard) che i nostri politici esibiscono ogni qualvolta si parla di educazione alimentare è dannoso sotto più profili: a parte il profilo della dubbia efficacia per il miglioramento della salute individuale, l’esempio delle dichiarazioni del ministro Di Maio – che, comunque, è il ministro dello sviluppo economico, non quello della sanità – dimostra che esso può rappresentare una minaccia anche alla crescita (seria e sostenuta) del paese.

“La Coca Cola me la porto a scuola”?

DiMaio contro CocaCola. Il punto su tre "facili verità": quanto è "spazzatura" il cibo spazzatura? È vero che dove c'è la Coca cola non ci sono le arance (italiane)? È vero che dove c'è la Coca cola non c'è il made in Italy? condividi con questo commento
CocaCola o succhi d'arancia? Dietro l'infelice dichiarazione di DiMaio si nascondono delle idee sbagliate, la banalizzazione di temi importanti e dei rischi per lo sviluppo economico condividi con questo commento
DiMaio versus CocaCola. How much "junk" is actual junk food? Is it true that where is Coca Cola there is no place for (Italian) oranges? Is it true that where is Coca Cola there is no place for made in Italy? condividi con questo commento
oggi, 30 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni