Il settore del gioco nell’era digitale

Il quadro del settore dei giochi online è rassicurante: i consumatori non sono vittime


24 Maggio 2016

Argomenti / Diritto e Regolamentazione , Politiche pubbliche , Teoria e scienze sociali

Diego Menegon

Maria Paola Vitelli

scarica la ricerca integrale

Nel settore del gioco, una delle domande frequenti è se il social game debba essere sottoposto a specifica regolamentazione. Il social game, fenomeno in grande espansione negli ultimi anni, è una modalità di gioco on line senza la promessa di una vincita in denaro in cui l’interazione con gli altri costituisce l’aspetto caratterizzante, innanzi tutto come leva motivazionale.

Lo studio condotto dai due autori presenta un quadro abbastanza rassicurante: solo una percentuale tra l’1 e il 5% dei giocatori paga per avere dei vantaggi nel gioco e la spesa media non assume dimensioni allarmanti.

In definitiva, le disposizioni vigenti in materia fiscale, di privacy e sul commercio on line sono sufficienti a disciplinare in modo esauriente il social gaming.

Il settore del gioco nell’era digitale
oggi, 18 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni