Focus 6. Non saranno gli aiuti a debellare l'AIDS

La lotta all'AIDS viene inquadrata nei termini semplicistici dell'equazione più aiuti = più risultati. Ma l'unica politica efficace consiste nello sviluppo economico dei Paesi africani, condizione necessaria per uscire da povertà e malattie


7 Agosto 2005

Argomenti / Economia e Mercato , Politiche pubbliche

Franklin Cudjoe

scarica la ricerca integrale

L’AIDS è sicuramente un’emergenza umanitaria in molti Paesi del mondo, ma per combatterla bastano le soluzioni proposte dalle grandi istituzioni internazionali? Basta il “foreign aid” occidentale, unito a restrizioni sui diritti di proprietà intellettuale, per rendere più accessibili i farmaci agli abitanti dei Paesi maggiormente colpiti?

È infatti ben altro ciò di cui hanno bisogno i poveri del mondo. Il problema dell’AIDS è figlio della drammatica situazione della povertà, rispetto alla quale il foreign aid si è dimostrato nella migliore delle ipotesi un palliativo. Per aprire la porta allo sviluppo servono istituzioni più solide, rispettose delle libertà individuali e capaci di aiutare chi sappia e voglia intraprendere.

Anche per questo colpire la tutela degli intraprendenti e degli innovatori minando la proprietà intellettuale può essere un boomerang – rendendo così ancora più fragili le future speranze dei Paesi africani.

Focus 6. Non saranno gli aiuti a debellare l'AIDS

Non saranno gli aiuti ai Paesi africani a debellare l'AIDS condividi con questo commento
L'unica politica per sconfiggere l'AIDS in Africa è lo sviluppo economico condividi con questo commento
The only way to defeat AIDS in Africa is economic development condividi con questo commento
oggi, 24 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni