Focus 37. Immobili sotto tiro. Niente liberalizzazioni, ma nuove tasse

Se il tratto più caratteristico della Finanziaria è da riconoscere nell'aumento delle imposte, non è strano che uno dei bersagli principali di tale politica siano immobili, da sempre le prime vittime di ogni incremento del prelievo fiscale.


7 Novembre 2006

Argomenti / Diritto e Regolamentazione , Politiche pubbliche

Carlo Lottieri

Direttore del dipartimento di Teoria politica

scarica la ricerca integrale

Il Focus evidenzia come il progetto di ripensare il Catasto, con l’obiettivo di passare da un’imposizione reddituale ad una patrimoniale, punti a trasformare l’intera ricchezza immobiliare degli italiani in un capitale facilmente espropriabile e a libera disposizione del ceto politico.

È molto grave che si colpisca il risparmio degli italiani e che, in particolare, si intenda affidare la gestione del nuovo catasto ai Comuni (interessati ad innalzare i valori per incassare più soldi con l’Ici): tanto più che nessuno parla di liberalizzare i contratti di locazioni, né di eliminare l’obbligo di rivolgersi ad un notaio per ogni compravendita.

Focus 37. Immobili sotto tiro. Niente liberalizzazioni, ma nuove tasse

Gli immobili sono da sempre le prime vittime di ogni incremento del prelievo fiscale condividi con questo commento
Immobili sotto tiro. Niente liberalizzazioni, ma nuove tasse condividi con questo commento
Real estate is always the first target of tax increases by Italian governments condividi con questo commento
oggi, 25 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni