Focus 228. Un vincolo inutile

I timori riguardo il debito pubblico, la scarsità di risorse per gli investimenti in infrastrutture e la stretta del credito bancario alle imprese non giustificano azioni finalizzate ad aumentare il peso dei titoli di Stato emesse da soggetti italiani


7 Gennaio 2014

Argomenti / Politiche pubbliche

Silvio Bencini

scarica la ricerca integrale

Il mercato del credito e delle infrastrutture non può svilupparsi se non attraendo i flussi di capitale che dall’estero sono pronti a cogliere le opportunità offerte dal credit crunch nel Sud Europa, dalle migliaia di PMI italiane in cerca di capitale per crescere e dal deficit infrastrutturale accumulato, in questi anni, in diversi Paesi europei. I fondi pensione possono dare un contributo importante, sia spingendo affinché le operazioni siano, come si dice, “di mercato”, cioè che presentino un’opportunità di guadagno indipendentemente da considerazioni politiche, sia agendo come primi investitori rispetto agli investitori esteri.

Focus 228. Un vincolo inutile

Fondi pensione, investimenti all’estero ed economia italiana condividi con questo commento
Fondi pensione, la politica non si intrometta condividi con questo commento
Politics should stay out of pension funds condividi con questo commento
oggi, 12 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni