Focus 179. Merci, la concorrenza è sul binario morto

La concorrenza nel trasporto merci è falsata dai sussidi a Trenitalia.
Senza contributi pubblici Trenitalia Cargo non sarebbe mai potuto sopravvivere alla concorrenza dei nuovi operatori privati.


28 Dicembre 2010

Argomenti / Diritto e Regolamentazione , Politiche pubbliche

Roberto Melini

Paolo Bracalini

scarica la ricerca integrale

La principale minaccia alla concorrenza sta nel decreto emanato nel luglio 2009 in base al quale 160 dei 240 scali merci dell’intera rete potranno passare da Rfi, la società del gruppo Fs che gestisce l’infrastruttura, a Trenitalia, la società sempre del gruppo Fs che però compete sul mercato con altre imprese, rendendo il mercato ancora meno trasparente.

Senza contributi pubblici Trenitalia Cargo non sarebbe mai potuto sopravvivere alla concorrenza dei nuovi operatori privati. Le compagnie ferroviarie concorrenti a loro volta si sono trovate in un mercato nel quale l’operatore dominante riceveva sussidi da parte dello Stato per poter offrire servizi concorrenziali.

Focus 179. Merci, la concorrenza è sul binario morto

La concorrenza nel trasporto merci è falsata dai sussidi a Trenitalia condividi con questo commento
Trasporto merci: la concorrenza è su un binario morto condividi con questo commento
Freight transportation: the obstacles to competition condividi con questo commento
oggi, 25 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni