Focus 160. Fondazioni lirico-sinfoniche. Una riforma senza gloria (ma necessaria)

La riforma degli enti lirici voluta dal governo è indispensabile per arginare una situazione che rimane irrisolta. A dispetto dei contributi pubblici alle fondazioni lirico-sinfoniche, negli ultimi anni solo la metà ha chiuso il bilancio in pareggio


10 Maggio 2010

Argomenti / Teoria e scienze sociali

Filippo Cavazzoni

Direttore editoriale

scarica la ricerca integrale

Nonostante le forti opposizioni a cui sta andando incontro, la riforma degli enti lirici voluta dal governo appare indispensabile per arginare una situazione che da troppi anni rimane irrisolta. L’opera è un settore di nicchia, e per sopravvivere necessita di ingenti sussidi pubblici. L’insieme dei contributi che perviene alle fondazioni lirico-sinfoniche è composto per circa il 64% da sussidi statali, per il 28% da autonomie locali e per circa l’8% dall’apporto dei privati. Nel 2004, solo 4 fondazioni liriche su 14 hanno chiuso l’esercizio in attivo. Nel 2007 e nel 2008 sono diventate 7, con la Scala che ha chiuso il bilancio in pareggio.

Il decreto di riforma cerca allora di porre rimedio a tale situazione. Tra i passaggi che hanno suscitato le maggiori polemiche, quello riguardante il trattamento del personale operante nelle fondazioni liriche, che assorbe intorno al 70% del finanziamento pubblico. Ma i problemi riguardano anche l’autonomia delle fondazioni, il mancato coinvolgimento dei privati e i criteri attraverso i quali vengono erogati i contributi. Le misure approvate dal governo sono indispensabili per far sopravvivere le fondazioni.

Focus 160. Fondazioni lirico-sinfoniche. Una riforma senza gloria (ma necessaria)

Il personale degli enti lirici assorbe circa il 70 % del finanziamento pubblico: è ora di cambiare condividi con questo commento
“Fondazioni lirico-sinfoniche. Una riforma senza gloria (ma necessaria)” condividi con questo commento
For a reform of the Italian symphony opera foundations condividi con questo commento
oggi, 31 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni