Focus 157. Hedge Fund. Il rischio sistemico delle direttive sbagliate

La proposta di direttiva sugli hedge fund e gli altri “Alternative Investment Fund Managers” rischia di danneggiare l’intero settore e, con esso, la competitività dei mercati europei


19 Marzo 2010

Argomenti / Economia e Mercato

Luca Fava

scarica la ricerca integrale

L’introduzione di una soglia dimensionale per i soggetti regolati crea un pericoloso e poco efficace “one size fits all” approccio regolatorio, se vogliono commercializzare il fondo in Europa. Inoltre, l’obbligo per tutti i gestori di fondi, compresi quelli che hanno sede fuori dall’Ue, di applicare le norme europee restringerebbe per certo le opportunità di investimento in Paesi terzi, ricevendo al contempo maggiori rischi che benefici. Si pensi infatti come l’alto grado di concentrazione degli investimenti, una delle possibili cause della proposta, possa innescare pericolosi effetti sistemici.

Questo approccio non solo è inefficace, ma solleva anche dei dubbi sulle reali motivazioni, che potrebbero avere poco a che fare con la prevenzione del rischio sistemico e rispondere piuttosto a un’agenda politica.

Focus 157. Hedge Fund. Il rischio sistemico delle direttive sbagliate

Hedge fund: un processo protezionistico ridurrebbe le opportunità di investimenti stranieri condividi con questo commento
Hedge und, il rischio sistemico delle direttive sbagliate condividi con questo commento
Hedge fund: one size fits of regulation won't work condividi con questo commento
oggi, 20 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni