Focus 115. Gli incentivi non mettono in moto l’automobile

Sarebbe un grave errore sussidiare i produttori di automobili in funzione anti-crisi. La crisi di fatto aiuta a scremare il mercato degli operatori più inefficienti, mentre i sussidi servono solo a mantenere le inefficienze.


È “un grave errore” sussidiare i produttori di automobili in funzione anti-crisi. Il rallentamento economico e la crisi finanziaria hanno avuto un forte impatto su uno dei settori più importanti e globalizzati dell’economia, quale è l’automotive, ma di fatto aiuta la crisi a scremare il mercato degli operatori più inefficienti.

Secondo l’Istituto, i sussidi servono solo a mantenere le inefficienze. Nel lungo termine, essi danneggiano l’economia reale e rendono più difficile l’uscita dalla crisi. Oggi più che mai l’Europa e l’Italia hanno bisogno di ridurre il peso e l’interferenza dello Stato: non ci servono più auto europee, ma interventi che rendano più competitive e reattive le nostre imprese.

Focus 115. Gli incentivi non mettono in moto l’automobile

Nel lungo termine i sussidi al settore automobilistico danneggiano l'economia condividi con questo commento
Ecco perché è un errore sussidiare i produttori di automobili in funzione anti-crisi condividi con questo commento
The subsidies to the automotive industry are a mistake condividi con questo commento
oggi, 21 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni