Focus 1. L'economia delle rock-star non aiuta l'Africa più povera

Se la via dell’inferno è lastricata di buone intenzioni, la via della povertà dell’Africa non è da meno.


19 Giugno 2005

Argomenti / Economia e Mercato

Franklin Cudjoe

scarica la ricerca integrale

Il primo “IBL Focus” affronta il tema della “rock-star economics”, il confuso pensiero che orienta le proposte politiche di personaggi pubblici quali Bob Geldof e Bono degli U2, dimostrando sinteticamente come la cancellazione del debito ed il foreign aid facciano più male che bene ai Paesi in via di sviluppo.

Il punto di vista del Focus è lo stesso di tutti quegli africani che vogliono impegnarsi in prima persona per lo sviluppo del proprio continente. E’ incredibile quanto male abbia fatto una visione distorta e perniciosa dell’idea di solidarietà, a dispetto della buona volontà di chi ha saputo inalberarla. L’analfabetismo economico di Geldof e Bono è solo l’ultimo episodio di una lunga catena di episodi che hanno visto le migliori intenzioni generare le peggiori politiche.

Focus 1. L'economia delle rock-star non aiuta l'Africa più povera

Se la via dell’inferno è lastricata di buone intenzioni, la via della povertà dell’Africa non è da meno condividi con questo commento
L'economia delle rock-star non aiuta l'Africa più povera condividi con questo commento
Rock-stars' economics can kill African economic growth condividi con questo commento
oggi, 22 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni