Conoscere per non deliberare

Rossi ricostruisce i diversi cicli di "spending review"; per arrivare ai più recenti, rintracciando le cause degli insuccessi nella timidezza degli sforzi fatti


28 Gennaio 2014

Argomenti / Politiche pubbliche

Nicola Rossi

scarica la ricerca integrale

L’Italia ha iniziato a confrontarsi con la revisione della spesa pubblica nel 1971. Da allora numerosi piani di riduzione o razionalizzazione si sono succeduti, senza successo: la spesa è aumentata senza sosta. Le ragioni del fallimento sono l’oggetto dell’analisi di Nicola Rossi (Professore di Economia politica all’Università Tor Vergata di Roma).
La causa degli insuccessi dei vari cicli di spending review, secondo Rossi, è da rintracciarsi nella timidezza dell’azione dello Stato, che si è basata solo sul tentativo di rendere più efficiente la spesa pubblica, e non su una riflessione circa la natura stessa della spesa, limitando dunque le ambizioni della tanto sbandierata razionalizzazione.
Sono le istituzioni, prigioniere delle loro debolezze, a giustificare tale timidezza, alimentando una paradossale situazione in cui, alla conoscenza dei dati, non segue alcuna decisione incisiva.

Conoscere per non deliberare

La spending review in Italia: una lunga storia di fallimenti condividi con questo commento
Tutti sanno che bisogna tagliare ed “efficientare” la spesa pubblica. Perché nessuno lo fa? condividi con questo commento
The sad story of the Italian “spending review” condividi con questo commento
oggi, 15 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni