BP 119. La ricetta del ministero

La norma che incoraggia il ricorso ai medicinali generici non comporta risparmi per la spesa sanitaria. L'obiettivo pare essere legato non tanto a risparmi per le finanze pubbliche, ma alla volontà di avvantaggiare una parte della filiera farmaceutica.


La norma che incoraggia il ricorso ai medicinali generici non comporta alcun risparmio per la spesa sanitaria. L’obiettivo pare essere legato non tanto a risparmi per le finanze pubbliche, quanto alla volontà di avvantaggiare una parte della filiera farmaceutica a svantaggio di un’altra.

La nuova disciplina sulla prescrizione dei farmaci generalizza l’obbligo, per i medici, di indicare nelle ricette solo il principio attivo, incoraggiando il ricorso ai medicinali generici. La norma, benché contenuta in un provvedimento di spending review, non comporta alcun risparmio per la spesa sanitaria. Oltre ad essere inefficace a questo scopo, è il caso di chiedersi se sia anche opportuna, o se generi inutili rischi per la sicurezza sanitaria e incombenze burocratiche per medici e farmacisti.

BP 119. La ricetta del ministero

La ricetta del ministero. Gli effetti collaterali delle nuova disciplina delle prescrizioni condividi con questo commento
A cosa serve incentivare l’uso di farmaci generici, se non si abbassa la spesa sanitaria? condividi con questo commento
Pushing generic drugs without reducing healthcare spending is just inappropriate condividi con questo commento
oggi, 22 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni