BP 109. Il sistema paritario fa bene alla scuola

Le esperienze di Svezia e Finlandia mostrano che anche in società tradizionalmente ancorate al modello socialdemocratico si è dato spazio a istituti privati. Il risultato è stato un miglioramento complessivo dell’offerta formativa.


26 Gennaio 2012

Argomenti / Politiche pubbliche

Giacomo Zagardo

scarica la ricerca integrale

Dal Nord Europa socialdemocratico vengono due modelli educativi riformatori. In Finlandia le scuole libere sono finanziate come quelle governative, mentre in Svezia sono le famiglie a ricevere un buono-scuola. Il pluralismo ha avuto l’effetto di migliorare la qualità di tutti gli istituti, anche statali. La concorrenza tra scuole sta avvantaggiando maggiormente gli studenti con famiglie a basso reddito di quelli provenienti da famiglie più ricche. In Finlandia gli studenti della scuola dell’obbligo che frequentano istituti privati sono arrivati all’8% e in Svezia all’11%; e la tendenza è alla crescita.

BP 109. Il sistema paritario fa bene alla scuola

La concorrenza fa bene alla scuola. L’esperienza dei Paesi nordici condividi con questo commento
Competition makes for better schools condividi con questo commento
Modelli di sussidiarietà orizzontale per la scuola: condividi con questo commento
oggi, 20 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni