Meltzer, l'uomo che rimproverò la Fed

Allan Meltzer (1928-2017)

11 Maggio 2017

Il Sole 24 Ore

Alberto Mingardi

Direttore Generale

Argomenti / Teoria e scienze sociali

«Il capitalismo senza il fallimento è come la religione senza il peccato: non funziona. È la prospettiva della bancarotta e delle perdite che induce a un comportamento prudente».
Allan Meltzer era stato invitato al Senato a testimoniare sui bail out delle cosiddette “tigri asiatiche”. Le ferite della crisi bruciavano ancora. Sappiamo che i meccanismi di mercato sono a mala pena tollerati finché le cose vanno bene. Quando invece volgono al peggio, il sistema della libera concorrenza diventa qualcosa da emendare, sterilizzare, superare.

Meltzer, morto lo scorso 8 maggio a 89 anni, pensava invece che le conseguenze negative di lungo periodo della sospensione della disciplina di mercato compensassero abbondantemente i presunti benefici di breve.
Il suo era davvero un punto di vista privilegiato. Meltzer era il più eminente storico della Federal Reserve. A History of the Federal Reserve (University of Chicago Press) è un lavoro imponente, suddiviso in tre volumi, di cui il secondo, dedicato al periodo 1951-1986, a sua volta composto da due libri.

(…)

Il suo ultimo libro è un brillantissimo saggio divulgativo, Why Capitalism?, del 2012. Di nuovo Meltzer scendeva in campo a favore del libero mercato in un momento in cui tutti, sull’onda della crisi finanziaria, chiedevano più regolamentazione. Al contrario, egli ricordava pazientemente che la crisi stessa è stata in larga misura l’esito della miopia dei regolatori, e non della loro assenza. Il capitalismo è sicuramente imperfetto, come ogni cosa umana. E tuttavia non si è trovato di meglio: «Nessun sistema economico dedito alla confisca e alla redistribuzione della proprietà è mai riuscito a sostenere crescita economica e libertà personale».

Continua su Il Sole 24 Ore, 11 maggio 2017

oggi, 20 Luglio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni