L'illuminazione pubblica ci costa il doppio della Germania

Wikispesa fa luce sui numeri della luce

28 Agosto 2014

Il Fatto Quotidiano

Argomenti / Teoria e scienze sociali

L’Italia spende troppo per l’illuminazione pubblica con differenze rispetto all’Europa molto alte visto che l’illuminazione comunale costa circa 1 miliardo di euro l’anno, 18,7 euro a cittadino, il doppio del conto pagato dai cittadini tedeschi.

L’illuminazione stradale, la principale fonte del consumo, costa circa 2 miliardi di euro e grava prevalentemente proprio sulle finanze dei comuni.

Ma non solo. Negli ultimi 15 anni il flusso totale di luce dell’illuminazione pubblica nel nostro Paese è raddoppiato. È l’analisi di wikispesa.costodellostato.it e Ibl, che cita anche osservazioni del Commissario alla Spending Review, Carlo Cottarelli, che sul suo blog sottolinea come si possano raggiungere risparmi immediati non trascurabili, dell’ordine di 100-200 milioni l’anno, ottenuti nel breve periodo attraverso “lo spegnimento di luci non necessarie”.

L’Italia, riferisce l’analisi, appare evidentemente più luminosa del resto dell’Europa nelle immagini del satellite Suomi Npp che sorvola la penisola nella notte, e gran parte delle fonti luminose notturne visibili da satellite sono di illuminazione pubblica.

Da Il Fatto Quotidiano, 28 agosto 2014

oggi, 28 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni