L'altra faccia delle nostre politiche ambientali: sovvenzioniamo chi emette di più (la Cina)

È impensabile condurre questa battaglia usando solo alcune armi (le fonti rinnovabili) e rinunciando al nucleare

4 Agosto 2023

Il Foglio

Carlo Stagnaro

Direttore Ricerche e Studi

Argomenti / Teoria e scienze sociali

E se politiche ambientali troppo aggressive finissero per aumentare, anziché mitigare, l’emergenza climatica? Lo ha suggerito l’economista tedesco Hans-Werner Sinn, presidente dell’istituto di ricerca economica Ifo. Secondo Sinn, Berlino e Bruxelles si stanno spingendo troppo in là, in quanto misure come il bando dei motori a combustione interna dal 2035 e il divieto di caldaie a gas possono ridurre i consumi nell’Ue, a un costo molto salato, ma avranno l’unico effetto di rendere petrolio e gas maggiormente disponibili per altri paesi, meno efficienti e meno attenti agli impatti ambientali.

Continua su ilfoglio.it

oggi, 28 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni