Il valore aggiunto delle università telematiche per il paese

Questa tipologia di atenei non rappresenta un sostituto ma un complemento a quelli tradizionali


11 Aprile 2024

Il Foglio

Carlo Stagnaro

Direttore Ricerche e Studi

Argomenti / Politiche pubbliche

La concorrenza viene spesso presentata alla stregua di una gara, in cui i partecipanti devono sforzarsi di migliorare le proprie prestazioni per conquistare l’ambito trofeo, cioè il favore dei consumatori. E’ una metafora che coglie alcuni aspetti ma rischia di far passare un messaggio sbagliato, cioè che la competizione si svolga su una sola dimensione (per esempio, la velocità): quindi, per ogni corsa c’è un solo vincitore, mentre gli altri se ne vanno con le pive nel sacco. In realtà non è così e in pochi casi questo emerge meglio che nella vicenda delle università telematiche.

Sul tema si sta svolgendo sotto traccia uno scontro, che è al centro di un Focus di Luigi Marco Bassani e Carlo Lottieri pubblicato dall’Istituto Bruno Leoni: il tentativo di estendere alle università telematiche delle regole, relative per esempio al rapporto numerico tra studenti e docenti o alla percentuale di lezioni da seguire in streaming, intese a replicare gli obblighi che gravano oggi sulle università in presenza. […]

Continua a leggere l’articolo sul Foglio.it

oggi, 28 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni