Gli ecologisti di oggi? Globalisti e guerrafondai

Negli anni Ottanta il tema del clima era legato a utopie umaniste. Ora interessa a nuove oligarchie

29 Giugno 2023

Il Giornale

Carlo Lottieri

Direttore del dipartimento di Teoria politica

Argomenti / Ambiente e Energia

Soprattutto a partire dagli anni Ottanta il dibattito politico-culturale è stato segnato dalla presenza di un movimento radicale che univa le ragioni dell’ecologia e quelle della pace. Molti giovani che allora contestavano il sistema lo facevano in nome di una dottrina politica, l’eco-pacifismo, che non soltanto condannava l’imperialismo americano, ma lo faceva invocando il ritorno alla natura e una migliore protezione del globo di fronte all’inquinamento.

In quel periodo i gruppi militanti ambientalisti, dunque, erano contemporaneamente avversi alla civiltà industriale e alla guerra. Molto rilevante, entro quel quadro, fu la battaglia contro l’utilizzo a fini civili dell’energia nucleare: quella scelta nasceva al tempo stesso dall’orrore per Hiroshima e dal rifiuto delle centrali atomiche quali strumenti per la produzione di energia elettrica.

continua a leggere sul Giornale.it

oggi, 24 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni