2015 pp 112
    ISBN: 978-88-6440-202-4
    2.99 €
      acquista in uno dei seguenti store online:
      amazon kindle
      amazon print online
      ebooksitalia
      book republic
      itunes_store
      google play
      Discorso sulla mozione di conciliazione con le colonie americane
      Edmund Burke
      Nell’imminenza della definitiva rottura tra Inghilterra e colonie americane, Edmund Burke interviene in Parlamento per illustrare il suo piano di riconciliazione con le colonie nordamericane
      Nell’imminenza della definitiva rottura tra Inghilterra e colonie americane, Edmund Burke interviene in Parlamento per illustrare il suo piano di riconciliazione con le colonie nordamericane. Con il Discorso sulla mozione di conciliazione con le colonie americane, infatti, questo grande interprete della cultura whig prova a evitare ogni conflitto: «La proposta è la pace. Una pace che non passi attraverso lo strumento della guerra; una pace che non si deve cercare nei labirinti di intricate e lunghissime trattative; una pace che non trae origine dalla discordia universale fomentata in tutte le parti dell’impero come se fosse la regola; una pace che non sia determinata dalla definizione giuridica di questioni incerte o dalla precisa delimitazione di confini fumosi della competenza in un governo complesso».
      Per Burke, essere dalla parte delle colonie significa difendere il meglio della tradizione inglese, perché «è lo spirito della Costituzione inglese, che, instillato in questa imponente massa, invade, alimenta, unisce, corrobora, rende più vitale ogni parte dell’impero, anche nella sua più piccola estremità». I contemporanei non seppero comprendere la saggezza di tali parole, ma questo discorso ci trasmette oggi il senso profondo di un tentativo generoso e la solidità di una grande tradizione di pensiero.