Dalla patrimoniale agli extraprofitti: ossessione giallorossa per la stangata fiscale

Nicola Rossi: "Il prelievo sugli extraprofitti è stato un errore e, come tutti gli errori, può venire la tentazione di ripeterlo"

14 Aprile 2022

Il Giornale

Argomenti / Politiche pubbliche

L’offensiva dei giallorossi (Pd, M5s e LeU) sulle tasse sta aumentando nei toni e nei contenuti. La sensazione è che, se dipendesse dal lato sinistro delle forze che sostengono il governo, il gettito fiscale richiesto agli italiani sarebbe già aumentato eccome. È tutta l’area progressista ad agire in maniera omogenea.

Basti pensare alle pressioni per la patrimoniale: i sindacati vorrebbero intervenire in via diretta sui conti correnti. Nessuno si stupirebbe se le sigle sindacali, che stanno invocando la necessità di un «prelievo di solidarietà», trovassero qualche sponda dalle parti del Nazareno o tra le fila dei grillini. Come se il clima non bastasse di per sé, è spuntata persino la cosiddetta Next Generation Tax, una proposta di legge d’iniziativa popolare promossa da Sinistra italiana. Trattasi di un provvedimento tutto tagliato sul colpire le «grandi» ricchezze. Il segretario del partito proponente, cioè Nicola Fratoianni, tira dritto e non sente ragione: è convinto che senza patrimoniale non possa essere risolta «la crisi sociale». Le idee in materia di tassazione risiedono in un Dna ideologico che non ha bisogno di altre sottolineature.

continua a leggere su ilGiornale.it

oggi, 30 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni