Calderoli, la mafia e il malaffare

Le organizzazioni criminali del Mezzogiorno sono contro ogni autogoverno

29 Agosto 2023

Il Giornale

Carlo Lottieri

Direttore del dipartimento di Teoria politica

Argomenti / Politiche pubbliche

Non c’è nulla di normale nel fatto che il ministro per gli affari regionali Roberto Calderoli sia stato minacciato di morte perché vuole realizzare l’autonomia differenziata nelle regioni che lo chiederanno. Il biglietto intimidatorio, in cui si legge che il mittente sarebbe «la mafia», ha suscitato una solidarietà bipartisan.
È comprensibile, comunque, che le organizzazioni criminali del Mezzogiorno siano contro ogni autogoverno. Senza dubbio la riforma in discussione, che per forza di cosa rispetta i principi di uguaglianza affermati in Costituzione (e quindi anche l’esigenza di prestazioni omogenee in tutta la Penisola), se si tradurrà in norme di legge non sposterà un solo euro.

continua a leggere sul Giornale.it

oggi, 28 Maggio 2024, il debito pubblico italiano ammonta a il debito pubblico oggi
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
    Istituto Bruno Leoni