27 aprile 2016
Presentazione del libro di Ettore Cinnella (Della Porta, 2015)
Istituto Bruno Leoni, Milano
Piazza Castello 23, Milano
18:00 - 19:30
    Ucraina: il genocidio dimenticato 1932-1933
    Istituto Bruno Leoni, Milano

    Insieme all'autore intervengono:
    Luigi Marco Bassani (Professore associato di Storia delle dottrine politiche, Università di Milano)
    Sergio Romano (Editorialista, Corriere della Sera)

    Tra l’autunno 1932 e la primavera 1933 sei milioni di contadini nell’Urss furono condannati a morire di fame: quasi i due terzi delle vittime erano ucraini. Quella carestia di proporzioni inaudite non fu dovuta ai capricci della natura, ma venne orchestrata da Stalin per punire i ribelli delle campagne che, in tutta l’Urss, si opponevano alla collettivizzazione imposta dall’alto. In Ucraina lo sterminio dei contadini, il cosiddetto holodomor, si intrecciò con la persecuzione dell’intellighenzia e con la guerra al sentimento patriottico di un popolo.
    Sulla base della documentazione emersa dopo il crollo dell’Urss, il libro ricostruisce quei drammatici avvenimenti e spiega le motivazioni che spinsero Stalin a prendere decisioni così spietate.

    Ettore Cinnella ha insegnato per molti anni Storia Contemporanea e Storia dell’Europa Orientale all’Università di Pisa. Il suo libro più noto, La tragedia della rivoluzione russa (1917-1921), è stato ristampato nella Storia Universale del Corriere della Sera. Ha scritto saggi di storia russa e di storia contemporanea (alcuni dei quali apparsi in francese, in inglese e in tedesco).
    Ascolta gli interventi
    • Podcast