Gianluca Zapponini
Rassegna stampa
1 maggio 2020
Lufthansa come Alitalia? Se la Germania copia l’Italia…
L’analisi di Giuricin
L'economista della Bicocca e del Bruno Leoni a Formiche.net: Berlino ci pensi prima di nazionalizzare la compagnia, come l'Italia, distorcerà un mercato che vive di concorrenza. Molto meglio garantire liquidità coi prestiti ma a tutte le compagnie, come fece Trump. A Gualtieri ho detto, abbassiamo le tasse sui vettori

Il gruppo tedesco, secondo indiscrezioni di Reuters, privatizzato dal 1997 (con flottante del 100%, ovvero l’intero capitale sul mercato) potrebbe tornare sotto l’egida dello Stato per le perdite subite dal blocco dei cieli causa pandemia. Berlino starebbe pensando a un intervento da 9 miliardi per salvare la compagnia e innalzarne la capitalizzazione, inchiodata a meno di 4 miliardi. Attenzione però a non fare di tutta l’erba un fascio, dice a Formiche.net Andrea Giuricin, economista dei trasporti alla Bicocca di Milano e ricercatore all’Istituto Bruno Leoni.

Giuricin i tedeschi vorrebbero salvare Lufthansa con denaro pubblico. Come l’Italia…
Facciamo attenzione. Non è chiaro se a Berlino stiano pensando a un intervento nel capitale, facendo diventare azionista il governo, oppure semplicemente a prestiti garantiti, cioè liquidità. Nel primo caso sarebbe un errore, come lo è stato per Alitalia. Se uno Stato vuole salvare solo un vettore, l’Italia con Alitalia, e un altro Stato, la Germania, vuole copiare il primo, allora dico che commette un errore. Ricordiamoci sempre una cosa: prima di invocare la nazionalizzazione di Alitalia, ahimé già avviata, sarebbe stato utile ricordarsi che il vettore nazionale è stato condotto a ripetuti semi-fallimenti proprio dalla gestione pubblica.

Continua a leggere su Formiche.net