Claudia Marin
Rassegna stampa
6 settembre 2021
L'Italia vola: la crescita sfiora il 6%
Gli economisti: rimbalzo prevedibile, saranno decisive le riforme. Prove di ripartenza dal Salone del Mobile

[...]

Se, dunque, a livello istituzionale si spinge da un po' su una visione ampiamente favorevole del futuro, la realtà è probabilmente più complessa e il percorso non appare facile. Gli economisti più autorevoli del Paese appaiono divisi: mentre Alberto Quadrio Curzio, senza mezzi termini, definisce «eclatante» la ripresa in atto, Giulio Sapelli evidenzia che «avevamo perso 9 punti di Pil a causa della pandemia, ora ne riprenderemo tre a fine anno: vuol dire che siamo a meno 3».

Perplesso anche Alberto Mingardi: «Il rimbalzo è tale a causa del tonfo, profondo, dello scorso anno». Non solo. Mingardi, direttore generale dell'Istituto Bruno Leoni, avvisa di «non sottovalutare l'incertezza legata alla gestione della pandemia, anche perché dichiarazioni come quella del ministro Speranza su nuove restrizioni non aiutano imprese e persone a fare piani per i mesi a venire».

[...]

da QN - Quotidiano Nazionale, 6 settembre 2021