Dario Ciccarelli
Focus
Buon compleanno WTO! Un sistema e una visione da salvare
Un'istituzione che si vede poco ma si sente moltissimo
L'Organizzazione mondiale del commercio è nata il 15 aprile 1994. In questi anni ha garantito conquiste importanti nell'ambito del commercio internazionale e del progresso economico. Gli ideali che sono alla base della sua costituzione vanno dunque rilanciati per promuovere la crescita economica in un momento di grande difficoltà.

Le solide fondamenta dell’Organizzazione Mondiale del Commercio risiedono nella naturale interdipendenza degli umani, nel tenace proporsi dei talenti, nella silenziosa operosità dei mercanti e nella elegante potenza del diritto. L’Organizzazione Mondiale del Commercio si vede poco, ma si sente molto. Infatti, nel framework WTO c’è spazio per specifici e circoscritti contenziosi - accuratamente disciplinati e nobilmente demandati ad un interprete qualificato - ma non c’è spazio per contese totali e definitive. I toni sono bassi, gli argomenti – grazie al contributo di chi riesce ad elaborarli – sono forti. Nell’ambiente OMC si discute (trade concerns) e si giudica di singole condotte, mai di soggetti, men che mai di intere nazioni.