Sergio Boccadutri - Carlo Stagnaro
Rassegna stampa
26 febbraio 2021
Ritorna il piano Colao
Perché il governo Draghi-Colao può riservare cattive sorprese ai sostenitori della rete unica
Uno dei dossier più delicati che Mario Draghi eredita riguarda la rete unica delle telecomunicazioni. Al momento, le carte restano coperte. Tuttavia, alcuni spunti si trovano nel piano redatto a giugno 2020 dall’attuale ministro della Transizione digitale, Vittorio Colao (documento largamente ignorato dal precedente esecutivo). In quella sede, la proposta era coerente col vecchio Piano Bul: non rivoluzionare la governance del settore, ma velocizzare la copertura anche ricorrendo a un parziale sostegno pubblico per le aree grigie, garantendo un accesso competitivo a pari condizioni agli operatori.

Continua a leggere su ilFoglio.it