2013 pp 360
    ISBN: 978-88-6440-160-7
    23 €
    aggiungi al carrello
      Liberi di scegliere
      Milton e Rose Friedman
      Prefazione di Francesco Giavazzi
      In questo libro, ormai un vero e proprio classico, il premio Nobel Milton Friedman e sua moglie Rose offrono buoni argomenti a favore dell’economia di mercato
      In questo libro, ormai un vero e proprio classico, il premio Nobel Milton Friedman e sua moglie Rose offrono buoni argomenti a favore dell’economia di mercato. Per i due Friedman, solo attraverso il libero mercato è infatti possibile tutelare i consumatori e i lavoratori, raggiungere elevati livelli d’istruzione, evitare l’inflazione e la disoccupazione, consentire ai cittadini di vivere in sicurezza. Pubblicato originariamente nel 1980, Liberi di scegliere evidenzia impietosamente come la perdita della libertà generi costi assai gravosi, dato che troppe leggi e regolamenti, una spesa pubblica fuori controllo e una tassazione predatoria impoveriscono la società nel suo insieme.

      In queste pagine Milton e Rose Friedman sviluppano pure una formidabile analisi sulle potenzialità della cooperazione spontanea fra individui. Consentendo a chiunque di cooperare anche a grande distanza, il mercato rappresenta per giunta un argine alla formazione di qualsiasi concentrazione di potere politico.

      Come scrive Francesco Giavazzi nella prefazione a questa nuova edizione del libro, i due autori aiutano a riflettere su molte questioni: «L’analisi del perché gli interessi “concentrati” tendono ad averla sempre vinta è illuminante, anche se scoraggiante. (…) Il paragrafo sulla burocrazia sembra la descrizione di un ministero italiano. C’è quasi di che rallegrarsi, finché non si arriva al capitolo intitolato “Il vento sta cambiando”. È cambiato negli Stati Uniti, solo un anno dopo la pubblicazione di questo libro, con l’elezione alla presidenza di Ronald Reagan. E negli stessi anni in Gran Bretagna con Margaret Thatcher. In Italia (…) stiamo ancora aspettando il nostro Godot».



      Milton Friedman
      (1912-2006) è stato uno dei più influenti economisti del ventesimo secolo. Professore di economia all’Università di Chicago dal 1946 al 1976, è stato poi Senior Research Fellow alla Hoover Institution di Stanford. Nel 1976 ha ricevuto il premio Nobel per l’economia. Autore di numerosi libri, tra i quali
      Capitalismo e libertà (ripubblica da IBL Libri nel 2010) e il monumentale Il dollaro. Storia monetaria degli Stati Uniti, 1867-1960 (con Anna J. Schwartz, Utet 1979), ha apportato fondamentali innovazioni nel campo della teoria economica, caratterizzandosi inoltre come pensatore a tutto tondo, per il suo approccio divulgativo e le sue riflessioni sulla società e sulla politica.


      Rose Director Friedman (1910-2009), economista, docente presso la University of Chicago Law School. Oltre ad essere stata la coautrice di Liberi di scegliere, ha collaborato alla stesura di altri due importanti testi scritti dal marito Milton: Capitalismo e libertà e La tirannia dello status quo (Longanesi 1984). Ha inoltre partecipato, come produttore associato, alla realizzazione della serie televisiva Liberi di scegliere, trasmessa nel 1980 dall’emittente televisiva statunitense PBS.


      Liberi di scegliere è anche una serie televisiva, realizzata da Milton Friedman e andata in onda nel 1980 sulla rete americana PBS. Guarda i video delle puntate, con sottotitoli in italiano, sul canale You Tube dell’IBL o su questa pagina.

      Recensioni e segnalazioni:
      Corriere della sera, 15 novembre 2013: «Gli errori dei liberisti, la prepotenza dei privilegi», di Francesco Giavazzi
      Libro Aperto, 19 aprile 2014: «Liberi di scegliere», di Pierluigi Barrotta