Centocinquant’anni di finanza pubblica in Italia
Vito Tanzi
A Century and a Half of public finances in italy
(2012) pp 84
ISBN: 978-88-6440-058-7
Prezzo: 15 €
Il volume riporta il testo della Seconda Lectio Minghetti in lingua italiana con testo inglese a fronte.

Il testo è disponibile inoltre come e-book in lingua italiana presso i seguenti rivenditori:

Amazon.it (Kindle)
eBooksItalia (ePUB)
Ebookizzati (ePUB)

This volume is also available as an e-book in English in the following sellers:

Amazon.it (Kindle)
eBooksItalia (ePUB)
Ebookizzati (ePUB)



C’è una sola costante nei primi centocinquant’anni di storia dell’Italia unita: il ciclico ripresentarsi di crisi fiscali, che talora hanno lambito il rischio del fallimento sovrano. Da che cosa origina il perenne “disordine fiscale” del nostro Paese? Come mai proprio l’assenza di rigore nelle finanze pubbliche unisce momenti storici e classi dirigenti tanto diverse? Quali sono i “peccati originali” che l’Italia porta con sé, sin dalla sua nascita? Sono queste le grandi domande esplorate, con la curiosità dello storico ed il rigore dell’economista, da Vito Tanzi nella II Lectio Marco Minghetti dell’Istituto Bruno Leoni.

Vito Tanzi è stato direttore del Dipartimento di Finanza Pubblica del Fondo Monetario Internazionale dal 1981 al 2000. Dal 2001 al 2003 è stato Sottosegretario per l’Economia e le Finanze del Governo Italiano. Ha insegnato negli Stati Uniti presso la George Washington University e la American University ed è stato consulente, fra gli altri, della Banca Mondiale, delle Nazioni Unite e dello Stanford Research Institute. La sua vasta produzione scientifica abbraccia diversi problemi nell’ambito della scienza delle finanze ed è noto per il cosiddetto “effetto Tanzi”, che spiega come le entrate fiscali reali vengano erose durante i periodi di alta inflazione. Fra i suoi libri, ricordiamo La spesa pubblica nel XX secolo. Una prospettiva globale (con L. Schuknecht, Firenze University Press, 2007) e Questione di tasse. La lezione dall’Argentina (Università Bocconi Editore, 2007).


There is just one consistent element in the first 150 years of Italian unitary history: the fiscal crises that repeatedly haunted the country and occasionally verged on the brink of a sovereign bankruptcy. What does originate the perpetual “fiscal mayhem” of this country? What reason causes the lack of rigorous fiscal rules to be the common element of different moment in history and such a diverse array of political rulers? What are the “original sins” that accompany Italy since her establishment as an unitary country? These are the wide-ranging questions that Vito Tanzi investigates—with the spirit of inquiry of a historian and the rigour of an economist— in the II Lectio Marco Minghetti held by Istituto Bruno Leoni.

Vito Tanzi was Director of the Fiscal Affairs Department at the International Monetary Fund, 1981-2000. He later served as Under-Secretary of Economic and Financial Affairs in the Italian government until early June 2003. He taught at the George Washington University and the American University. He also consulted for the World Bank, the United Nations and the Stanford Research Institute. His studies deal with a range of issues in public finance and he is known for the so-called “Tanzi-effect,” which shows how the public finances of a country are undermined by periods of high inflation. He authored, among others, Public Spending in the 20th Century: A Global Perspective (with Ludger Schuknecht, Cambridge University Press, 2000) and Argentina: An Economic Chronicle. How One of the Richest Countries in the World Lost Its Wealth (Jorge Pinto Books, 2007).
aggiungi al carrelloAggiungi al carrello
rassegna stampa
"I vizi degli economisti, le virtù della borghesia" in uscita per IBL Libri
Il prossimo 16 giugno con Claudio Martelli e Angelo Panebianco
Ascolta la registrazione audio dell'intervento di Luca Tedesco
Il prossimo 19 maggio a Milano
Ordina oggi la tua copia di "Breve introduzione alla politica"
x