Serena Sileoni
Rassegna stampa
23 novembre 2020
Abbiamo davvero bisogno di una fondazione che si occupi di individuare soluzioni vegetali per le città?
La Manovra del governo istituisce la «Fondazione per il futuro delle città» che ci costerà 5 milioni di euro per il primo triennio
La legge di bilancio è uno di quei provvedimenti che tutti conoscono, ma nessuno legge per intero. Facile, quindi, metterci dentro idee e iniziative che, in un contesto più leggibile e intelligibile, non sarebbe agevole giustificare. Se il Comitato per la produttività è stato fortunatamente depennato dallo stesso Consiglio dei ministri, non così è accaduto per la Fondazione per il futuro delle città, una fondazione pubblica che - secondo quanto si legge dal disegno trasmesso alle Camere - dovrebbe «promuovere il progresso della ricerca e dell’alta formazione basata su soluzioni prevalentemente vegetali, al fine di garantire lo sviluppo del sistema produttivo nazionale in relazione alla transizione verde dell’Italia».

Continua a leggere sul sito del Sole 24 Ore